Per ottenere informazioni o prenotare una mostra, compila il seguente modulo.

Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 La informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta ed al trattamento dei dati personali da parte di Itaca Prima di procedere leggi la nostra privacy policy.
 
 

Esperienze didattiche

“Il Vangelo secondo Giotto” non è soltanto una mostra itinerante e un libro, può essere molto di più. Può essere un avvenimento e mettere in moto la creatività e la passione delle persone, come è successo a Cupramontana (AN).

“È stato un susseguirsi di tanti avvenimenti dentro l’Avvenimento più grande, a partire dalla commozione che ha destato nel folto pubblico la presentazione della mostra con la tecnica dell’Explorer Navigation. […] Gratitudine e meraviglia sono stati i sentimenti dei partecipanti, che hanno spalancato gli occhi e il cuore di fronte a qualcosa che li ha trascinati nel loro rapporto con il Mistero” racconta Paola Torelli, una delle promotrici dell’evento.

Un avvenimento che accende la creatività

Tre iniziative sono nate spontaneamente dalla visita alla mostra:

  • I GIOvedì di GIOtto
  • I laboratori didattici “Disegna ciò che più ti ha colpito”
  • L’infiorata del Corpus Domini

I GIOVedì di GIOtto

I bambini della scuola per l’infanzia “Santa Caterina” di Cupramontana hanno dato vita a una serie di iniziative che hanno preso il nome di “I GIOvedì di GIOtto”.

In preparazione alla visita alla mostra, tutti i giovedì dall’inizio della scuola fino a maggio sono stati riservati allo studio, al disegno e alla recita di Giotto e le sue opere. In particolare, gli affreschi sono stati reinterpretati dai bambini, con tanto di costumi e ambientazioni. Finché, spontaneamente, i bambini hanno chiesto di disegnare parti della Cappella degli Scrovegni, per emulare il loro “amico” Giotto anche nelle sue opere.

L’esperienza si è conclusa con l’incontri di insegnanti, alunni e genitori con il professor Roberto Filippetti, a lungo atteso dopo mesi di lavoro in vista dell’arrivo della mostra.

“Una persona speciale!” e “non capita tutti i giorni di vivere una cosa così bella e così vera” sono stati alcune dei commenti dei genitori, al termine dell’incontro con Roberto Filippetti.

Guarda il foto-racconto realizzato dalle insegnanti della scuola per l’infanzia “Santa Caterina”.

Disegna ciò che più ti ha colpito

“La presentazione della mostra ‘Il Vangelo secondo Giotto’ ha rappresentato per me, oltre che un arricchimento culturale, un’alta esperienza spirituale. Sono uscita dalla chiesa di San Lorenzo con un grande calore nel cuore e una profonda gratitudine verso il professor Filippetti che mirabilmente ha preso per mano me e gli altri convenuti per condurci all’interno dell’Avvenimento. Poiché l’Amore del Signore non può essere tenuto per sé, ma deve necessariamente essere diffuso, ho sentito l’esigenza di far partecipi i miei alunni e le mie colleghe di questa Gioia che io avevo provato.”
A parlare è l’insegnante di religione, Rita Paoloni, che in seguito alla mostra ha proposto i laboratori didattici a tutti i suoi alunni. I bambini hanno accettato con entusiasmo perché tutti, anche i più piccoli, erano rimasti colpitissimi da Giotto e dal suo capolavoro.

Così sono iniziati i laboratori didattici: i bambini dovevano cimentarsi nel disegnare quello che era rimasto loro più impresso, ciò che avevano capito, nella massima libertà. La stanza dei laboratori, allestita accanto alla mostra, metteva a disposizione dei bambini tutti i materiali affinché potessero fare i disegni con gli strumenti preferiti.

Eccone alcuni.

L’infiorata del Corpus Domini

Durante la permanenza della mostra a Cupramontana si svolgevano i preparativi per l’infiorata del Corpus Domini.
L’infiorata, ormai tradizione a Cupramontana, vede tutti il paese – associazioni, scuola media, abitanti e volontari – impegnato a decorare le vie del centro con i fiori, in occasione della processione del Corpus Domini.

Quest’anno, con “Il Vangelo secondo Giotto” che era sotto gli occhi di tutti, è nata l’idea di realizzare le decorazioni dell’infiorata riproducendo gli affreschi di Giotto. Sotto la direzione della professoressa di artistica, alle 5 del mattino sono iniziati i lavori di creazione delle opere, con gli ottimi risultati che potete vedere di seguito.